Ledum Palustre, un aiuto dalla natura per combattere le zanzare!

Ledum Palustre, un aiuto dalla natura per combattere le zanzare!

Col caldo torrido di questi ultimi giorni sono arrivate anche le odiosissime zanzare. I miei cari pazienti sanno bene che proteggersi nella maniera più innocua possibile è l’unico modo per farla franca evitando di spalmarsi addosso ml su ml di repellenti tossici e appiccicosi.

Ecco quindi le prime richieste dei “granuletti antizanzare” ( così simpaticamente da loro ribattezzati). Si tratta dei granuli o globuli omeopatici di Ledum Palustre, una pianta conosciuta nella tradizione fitoterapica e omeopatica per la sua azione repellente nei confronti degli insetti. I granuli vanno assunti più volte al dì, mentre i globuli si trovano in pratiche dosi, chiamate “dosi uniche”, che vengono assunte appunto in un’unica soluzione, lasciando sciogliere i globuli sotto la lingua. Vale sempre l’indicazione di assumere i rimedi omeopatici lontani da bere e mangiare (almeno 1/2 h, sia prima che dopo la somministrazione).

Vi ricordo che nel caso della dose unica dovrete ripetere la somministrazione ogni 15-20 giorni circa.

Ma come fa Ledum Palustre a proteggerci?

Ledum palustre è un piccolo arbusto appartenente alla famiglia delle Ericaceae e diffuso nell’emisfero settentrionale.

Dalle foglie si ricava la tintura madre, che è ricca di numerosi attivi, quali la quercetina, le cumarine, alcoli sesquitriterpenici e monoterpeni alifatici, e di un prezioso olio essenziale. Queste molecole naturali hanno un profumo gradevole per l’uomo e al tempo stesso ripugnante per gli insetti, soprattutto per le zanzare!

Nell’ambito orale dei granuli e globuli omeopatici la minima dose di Ledum riesce a far emanare quello sgradevole odore dalla nostra pelle (noi non lo avvertiremo) che solo alle zanzare dà fastidio. Ci proteggeremo quindi dall’interno verso l’esterno.

Per quanto riguarda invece i rimedi fitoterapici possiamo trovare Ledum Palustre insieme ad altri oli essenziali, come quello di citronella, geranio, lavanda, tea tree, in repellenti spray naturali ad azione protettiva esterna.

E se ci pungono?

Ci sono particolari tipi di pelle che hanno un ph naturale e un odore che Ledum Palustre non riesce a modificare (ve ne accorgete perché continuano a pungervi nonostante abbiate preso i granuli).  In quei casi optate per una protezione esterna con gli spray di cui sopra.

Per le fastidiose punture, che in alcuni casi possono anche infiammarsi e infettarsi, usate oli essenziali di tea tree o ledum per lenire il prurito e granuli di Apis Mellifica per via orale, per ridurre dolore ed edema. Nel caso di una forte infiammazione anche Belladonna è da tenere nel kit dopopuntura dell’estate!

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile e noi restiamo, come sempre, a tua disposizione per qualsiasi confronto o approfondimento.

Ti aspettiamo a Ragusa in via Carducci 11.   

Condividi l'articolo su:
0
2019-06-14T15:23:33+00:00